Il lupo è pericoloso?

La figura del lupo ha mantenuto nel tempo un’aurea di pericolosità e ferocia, tramandata da innumerevoli racconti. In effetti il lupo è un predatore ma la possibilità
che assuma comportamenti aggressivi nei confronti dell’uomo è, oggi, pressoché inesistente. I casi documentati nel corso dell'ultimo secolo riportano eventi di aggressioni legati ad animali affetti
da rabbia silvestre (oggi estremamente rara sulle Alpi e mai documentata sul lupo) e, in misura minore, a situazioni di stress quali la privazione della via di fuga, la
cattura o azioni di minaccia nei confronti della prole.

L’INDENNIZZO E LA PREVENZIONE DEI DANNI
La Provincia Autonoma di Trento provvede all’indennizzo totale di eventuali danni da lupo al bestiame domestico, se denunciati al Servizio Foreste e fauna entro 24 ore dalla loro constatazione. È possibile denunciare il danno al coordinatore della reperibilità faunistica al n. 335.7705966
Entro 30 giorni dalla denuncia del danno, va inoltrata al Servizio Foreste e fauna la domanda di indennizzo.
Una corretta predisposizione di opere di prevenzione dei danni (recinzioni elettriche) è necessaria per ridurre le predazioni a carico del bestiame. Lasciare animali di media taglia (esempio pecore e capre) al pascolo senza alcuna forma di custodia la notte, non è compatibile con la presenza del lupo (e degli altri due grandi carnivori delle Alpi, orso e lince). 
Il Servizio Foreste e fauna fornisce a titolo gratuito le recinzioni che però poi devono essere opportunamente gestite e controllate per garantirne il corretto funzionamento. 
La modulistica per la richiesta di opere di prevenzione è reperibile presso gli uffici distrettuali forestali, le stazioni forestali, oppure scaricabile nella sezione "danni e misure di prevenzione".

Nelle zone in cui la presenza del lupo è affermata, un altro strumento efficace per prevenire le predazioni a carico del bestiame domestico sono i cani da guardiania (“pastore maremmano” o “abruzzese”). In futuro questo supporto potrebbe risultare fondamentale anche in provincia di Trento.