Falsa cartellonistica

In merito all’articolo uscito domenica 10 luglio 2016 sul quotidiano l’Adige “L’ombra dell’orso spaventa i profughi”, si precisa che nella foto non è riportato uno dei cartelli informativi predisposti dalla Provincia per segnalare la presenza dell’orso e ricordare le norme di comportamento da tenere. Nell’immagine dell’articolo, segnalato come “cartello di pericolo apposto dalla Provincia”, è riprodotto un cartello affisso per iniziativa privata e già più volte segnalato dalla Provincia a partire dall’estate del 2015 nell’area Paganella-Bondone, i cui autori non sono noti.

I cartelli (oltre 180 in tutto il territorio provinciale), che ricordano le norme comportamentali da tenere nelle zone di presenza degli orsi, sono stati predisposti dalla Provincia lo scorso anno e distribuiti in corrispondenza delle zone di frequentazione del plantigrado lungo la rete sentieristica, con particolare attenzione alle aree potenzialmente frequentate dalle femmine con i loro piccoli.

Le regole comportamentali riportate nella cartellonistica predisposta dalla Provincia “Area di presenza dell’orso” sono riportate qui

Articolo giornale l'Adige del 10 luglio 2016
 

I cartelli predisposti dalla Provincia

Cartello nel dettaglio